Geometria Analitica

Il testo "La geometria" è stata pubblicata nel 1637 come appendice al Discorso sul metodo , scritto da René Descartes . Il discorso ha presentato il suo metodo per ottenere le idee chiare su qualsiasi argomento. Geometria e due altre appendici di Descartes, l'Ottica (ottica) e Meteora (forze naturali), sono stati pubblicati con il Discorso fornire esempi di successi che ha ottenuto seguendo il suo metodo.

Prima di Descartes, si è capito che l'algebra e la geometria erano rami completamente separati della matematica senza collegamento tra loro. Il suo libro è il primo a proporre l'idea di unire l' algebra e la geometria nella stessa disciplina. Descartes inventa una geometria algebrica , più tardi conosciuta come geometria analitica . Ciò significa che riduce i problemi di calcoli geometrici di lunghezza e riflette le domande geometria di equazioni algebriche.

La geometria è diviso in tre libri:

  • I - i problemi che possono essere costruiti senza l'utilizzo di cerchi e rette
  • II - La natura delle linee curve.
  • III - Dalla costruzione di solidi o problemi che più solide.

A Descartes è attribuita l'invenzione delle coordinate cartesiane: anzi, associa ad un punto due numeri reali, il numero x che misura la distanza tra una riga detta asse delle ascisse, e il numero y che misura la distanza dalla retta detta asse delle ordinate. Queste linee evocano un sistema di assi coordinati in seguito chiamato cartesiano.

La relazione tra x e y permette a Descartes di scrivere l'equazione delle curve classiche coniche, ovali e le curve di grado terzo o quarto. Esso classifica le curve in generi secondo il grado di loro equazione.

Submenu

 
 
Ripetizioni Matematica Cento (FE)